Safalero's Cup 2011 Seconda regata 2011

Sabato 28 Maggio a Campogalliano, con vento di 5-6 nodi a mezzogiorno che è poi via via calato fino a sera ha permesso di disputare 11 belle regate, molto tecniche a causa dei continui salti di vento. Assenti gli equipaggi molto forti: BMW Oracle, Shosholoza, +39, Young America, che speriamo di poter rivedere al più presto in acqua, le regate sono state combattutissime e hanno visto il dominio di Team Germany GER-98 con skipper Mario Carletti che però si e vista sorpassata, quando è calato il vento, dalla fortissima barca francese Areva FRA-93 con skipper Mauro Folicaldi che ha vinto per un solo punto di vantaggio! Terzo gradino del podio per China Team CHN-95 di Gianni Gabbi. Complimenti a tutti gli skipper per le loro belle barche dalle prestazioni ormai tutte superlative, come sempre chi ha fatto meno errori e chi ha azzeccato il set-up giusto alla fine è stato in alto in classifica.
Per la Classifica cliccate QUA



IACC120 CUP 2011 ALINGHI di nuovo defender!!!

Oggi, 17 Aprile 2011, si è disputata la finale della IACC120 Cup, evento che conclude il lungo anno di regate, in cui sono impegnati gli equipaggi della coppa romana. Appuntamento alle 8.30 davanti alla spiaggia dello stabilimento MED a Fiumicino, l'eccitazione era palese. Subito sono iniziati i controlli di stazza e alle 9.20 le barche erano pronte per scendere in acqua. La finale è articolata in tre fasi distinte: la prima in cui ogni barca challenger gareggia una sola volta contro tutte le altre in match race. Alla fine viene stilata una classifica, assegnando un punto per ogni vittoria e zero punti per una sconfitta. A questi punteggi vengono sommati i punti bonus guadagnati nei Round Robin invernali, utilissimi per poter accedere alla seconda fase delle finali. La seconda fase sono le semifinali e finali IACC120 Challenger Cup a cui accedono i primi 4 scafi. La vincitrice si porta a casa la coppa Challenger, come la migliore barca sfidante e acquisisce il privilegio di sfidare il Defender della IACC120 CUP, Alinghi con SUI-102, al meglio delle 9 regate di match race che costituiscono la terza e ultima fase della giornata. Vediamo allora cosa è successo: vento inizialmente stabile sui 5 nodi da NNE, poi ruotato a N sempre sui 5 nodi ha permesso di svolgere circa una decina di regate molto interessanti, in cui molti equipaggi hanno commesso diversi errori tattici frutto della pressione emotiva per la finale. Poi il vento ha iniziato a fare i capricci, con oscillazioni anche di 180° che hanno costretto ad annullare e ripetere diverse regate. Molto bene Azzurra Challenge ITA-73 con skipper Renato Chiesa, che si piazza prima nelle eliminatorie con 6 vittorie su 6 regate, anche se la barca non sembrava veloce come al solito, probabilmente perché le rivali negli ultimi allenamenti erano progredite moltissimo. Il primo posto è risultato all' 80% per merito dello skipper che è sempre rimasto calmo e non ha fatto nessun errore. Seconda classificata Luna Rossa Challenge ITA-94, con skipper Lorenzo D'Ignazio. Barca veloce, ottime vele, tantissimi errori dello skipper, e che, grazie ai punti guadagnati nei RR, passa da 4° a 2° in classifica generale. Terza classificata Shosholoza Challenge RSA-83 con skipper Alessandro Benedetti; a giudizio dello scrivente era la barca più veloce in acqua. Anche Shosholoza è stata protagonista di diversi errori, nonostante i quali, e senza usufruire di punti bonus, ha acciuffato la terza posizione generale. Ultimo scafo ammesso alla seconda fase, le semifinali(infatti a questa fase possono accedere solo le prime quattro barche classificate), e finali challengers, è stata Alinghi SUI-100, seconda barca del Team Alinghi Challenge, affidata alla fascinosa e brava skipper romana Sara Benassi. Come sempre Sara parte piano, diversi errori e poi dopo qualche regata carbura. Comunque sia il 4° posto è suo. Complimenti a tutti gli equipaggi non ammessi, per la loro bravura e passione per questo bellissimo sport: Luna Rossa Challenger ITA-45 con skipper Claudio Biondi, Black Magic New Zealand Challenger NZL-60 con skipper Florindo Bianchini e China Team Challenge CHN-95, con skipper Andrea Benedetti, varata in questa occasione.

Semifinali IACC120 Challengers Cup:
Pochi minuti per il setup ed ecco che il vento riprende in crescendo passando da 2 nodi fino a 9 per poi calare di nuovo e ritornando stabile da N. Condizioni non ideali per Azzurra ITA-73 che sceglie come avversario Shosholoza RSA-83 (la prima classificata ha questo privilegio); scelta ardita, considerando il valore della barca avversaria. Le semifinali si svolgevano al meglio delle 3 regate, la finale Challengers al meglio delle 5. Prima regata e partenza vinta da Azzurra, Shosholoza recupera e infligge una penalità alla prima boa di poppa. Azzurra recupera e infligge a sua volta penalità e le due penalità si annullano a vicenda. Ma Shosholoza gira per prima all'ultima boa di bolina e si invola sul traguardo. 0-1 per la barca sudafricana e regata stupenda. Seconda regata: Azzurra commette due penalità in partenza, e butta sulla boa Shosholoza che perde moltissimi metri e riporta un danno al fiocco. Azzurra vince ma non esegue subito la seconda penalità e il sindacato Shosholoza Challenge protesta ufficialmente la barca italiana. Il regolamento è dalla sua, potrebbe passare in finale, ma decide di ritirare il protesto e giocarsela in acqua: 1-1. Partenza vinta da Azzurra, la barca Sudafricana non si era ancora accorta dei danni al fiocco e non riesce a regatare. Azzurra vince con enorme distacco. E qua il colpo di scena: Azzurra Challenge rinuncia alla regata e decide di ripeterla dando modo all'avversaria di riparare il danno. Eccole quindi di nuovo in acqua, vento sceso a 2-3 nodi. Partenza vinta da Shosholoza. Vento ideale per Azzurra che gira per prima la boa seguita a ruota dalla rivale che però la affianca mure a dritta da sottovento e le infligge una penalità. La vittoria e nelle sue mani, ma invece di gestire la regata tenta di infilarsi da non ingaggiato all'interno della boa di bolina e prende penalità che annulla quella presa da Azzurra, che invece si invola, passa per prima alla boa di bolina e vince: è lei la prima finalista!!! Seconda semifinale fra Luna Rossa ITA-94 e Alinghi SUI-100:partenza vinta SUI-100, nessun errore da parte dell'equipaggio, barca velocissima, e prima vittoria della barca svizzera. Seconda regata: partenza vinta di nuovo da SUI-100, che sceglie la sinistra del campo di regata. 6 nodi di vento. Il lato destro è favorito e ITA-94 passa prima alla boa di bolina. Alla boa di poppa la barca italiana sceglie la boa di sinistra, errore gravissimo che gli costerà la regata: infatti SUI-100 vira alla boa a destra recupera tantissimo terreno e usa il lato in quel momento migliore del campo di regata, per recuperare con una bolina fantastica e si invola alla vittoria senza che l'avversaria possa fare nulla. Bravissima Sara seconda finalista della coppa Challengers!!!

Finale IACC120 Challengers Cup:
Finale al fulmicotone, prima partenza e barca svizzera che pochi secondi prima della partenza perde il servo vele. Sportivamente Azzurra chiede di ripetere la partenza una volta riparato il danno. Ripartenza della prima regata (al meglio delle 5), 7 nodi di vento, partenza stupenda pari, il vento gira a sinistra e Azzurra si trova su una rotta che la porta dritta in boa, la passa per prima, seguita ad una lunghezza da SUI-100, che la tampina fino alla boa di poppa che gira sempre con una lunghezza di distacco. Seconda bolina e SUI-100 recupera il distacco, arriva all'incrocio, ma non da precedenza a Azzurra che arrivava con diritto di rotta e prende una penalità. Le barche continuano sempre vicine e Azzurra vince. 1-0 per la barca italiana. Seconda regata vento sugli 8 nodi, partenza vinta dalla barca svizzera, che non fa errori, lascia correre velocemente la barca, controlla l'avversaria che compie un errore alla boa di bolina e vince con distacco:1-1. Terza regata: vento di 10 nodi. Partenza rivinta dalla barca svizzera sulla sinistra. Il vento gira improvvisamente e l'equipaggio si ritrova moltissimi metri oltre la layline di sinistra e non riesce a rientrare. Azzurra invece si ritrova ancora in layline e la sfrutta per girare per prima la boa di bolina e controllare da lontano l'avversaria:2-1 per la barca italiana. Partenza vinta da Azzurra che sceglie la sinistra del campo di regata. il vento ruota ancora a sinistra e ancora una volta Azzurra è brava ad approfittarne e portarsi subito in layline e gestisce il vantaggio acquisito nel miglior modo conquistando la regata e la IACC120 Challenger Cup!!!! E' lei la barca sfidante della IACC120 CUP 2011!!! Azzurra forte d'un equipaggio con molta esperienza ha sfruttato al meglio il campo di regata e ha vinto con una barca che in quelle condizioni era un filo più lenta della rivale svizzera che ha pagato l'inesperienza della skipper a cui tuttavia vanno gli applausi di tutti per aver portato al primo anno di regate, la sua barca in finale. Quando acquisirà l'esperienza che le manca non abbiamo dubbi che sarà un avversario temibilissimo.

FINALE IACC120 CUP 2011:
E ora signore e signori eccoci arrivati alla tanto attesa finalissima, al meglio delle 9 regate: la barca Defender della coppa romana, Alinghi SUI-102 con equipaggio Matthias Begozzi e Azzurra Challenge ITA-73: l'adrenalina poteva esser tagliata e spalmata su una fetta biscottata tanto era intensa. Il vento è salito in quel momento a 12-14 nodi, al limite dell'armo 1, si prospettavano quindi regate molto difficili nelle quali ogni errore, specialmente in partenza, alle virate, alle boe di bolina e in poppa poteva esser pagato duramente fermando la barca o con una disastrosa ingavonata. Prima partenza vinta nettamente da Alinghi SUI-102, che inizia a macinare un passo impressionate sia in termini di velocità che di angolo con il vento. Passa la boa di bolina 8 secondi di vantaggio che diventano 17 alla boa di poppa. Il distacco rimane lo stesso alla seconda boa di bolina e si attesta sui 20 secondi alla fine. 1-0 per la barca Defender. Seconda regata: bellissima manovra in partenza per Alinghi che si era trovata troppo presto sulla linea del traguardo: veronica con virata a sinistra e strambata con incrocio sulla poppa di Azzurra che parte più lenta, perde terreno e purtroppo si incaglia su una boa inusata in mezzo al percorso. 2-0 per Alinghi. Il vento è impetuoso. Terza regata: partenza pari mure a dritta, Alinghi sulla destra; Alinghi ricomincia a macinare un passo incredibile, e arriva con 7 secondi di vantaggio alla boa di bolina. Poppa velocissima, con quel vento le barche volavano! Azzurra recupera ben 5 secondi e sceglie la boa di destra. Ma la mossa forse non è fortunata, SUI-102 passa con 12 secondi di vantaggio alla seconda boa di bolina e vince la regata con distacco di 16 secondi. 3-0 per il Defender. Quarta regata, vento sempre impetuoso ma non rafficato di 14-15 nodi: partenza vinta per pochi centimetri da Azzurra sulla sinistra, entrambe mure a dritta. Alinghi vira per prima e inizia a bolinare come sempre divinamente. Passa la boa di bolina con 9 secondi di vantaggio, che diventano 12 alla boa di poppa; 14 alla seconda boa di bolina e 16 secondi sul traguardo. 4-0 per il Defender. La finale sembra ormai finita, invece colpo di scena: ottimo pre-partenza di Azzurra che spinge lontano dallo start la sua avversaria, che lo passa in ritardo di 6 secondi. SUI-102 recupera 2 secondi alla boa di bolina, guadagna nella prima poppa 4 secondi affianca esterna alla boa di poppa la rivale italiana che difende ottimamente la posizione, costringendo la barca svizzera a passare esterna la boa perdendo 4 secondi che recupera in parte ancora una volta alla boa di bolina che però gira meglio Azzurra guadagnando di nuovo 2 secondi. Nell'ultima poppa Alinghi riesce ad affiancare sopravvento Azzurra che però si difende di nuovo benissimo orzando e costringendo Alinghi a rispondere per evitare la penalità. Il vento poderoso manda quasi in straorza SUI-102 che riesce a riprendere subito la rotta ma ormai Azzurra si è involata al traguardo e vince con 4 secondi di vantaggio. 4-1 per il Defender. Sesta regata: vento di 15 nodi, Alinghi spinge sull'avversaria da sottovento e vince la partenza con 2 secondi di vantaggio; una volta là davanti impone di nuovo il suo passo e arriva alla boa con 8 secondi di vantaggio. Che diventano 12 nella prima poppa, 16 nella seconda bolina e 20 sul traguardo. Alinghi ha riconquistato la coppa d'argento!!! E' ancora lui il Defender per il 2012 della IACC120 CUP!!! Complimenti al sindacato svizzero che ha difeso con successo per la quarta volta consecutiva il trofeo e ha messo in acqua una barca perfetta per quelle condizioni. Complimenti anche al sindacato sfidante, Azzurra Challenge, e al suo equipaggio, che ha portato in acqua una barca veloce e molto stabile che poco ha potuto però perché ITA-73 non si adatta bene al vento forte. Arrivederci alla prossima edizione 2012 con i Round Robin che inizieranno orientativamente nella metà di ottobre 2011.
Per la Classifica cliccate QUA
Per la immagini cliccate QUA
Per i video cliccate QUA




IACC120 CUP 2011



Safalero's Cup 2011 Prima regata 2011

Finalmente è ricominciata la Safalero's Cup il più vecchio trofeo italiano per barche IACC120, che si disputa ogni anno nelle acque dell'Emilia-Romagna. Quest'anno il livello delle barche è ulteriormente cresciuto e più d'una ha ambizioni di vittoria. Sabato 2 Aprile a Campogalliano, in un tiepido sole primaverile con vento di 3-4 nodi a mezzogiorno che è poi via via calato fino a a sera ha permesso di disputare 4-5 belle regate, poi quando è calato le regate sono state complicate da difficili buchi d'aria. Da citare l'ottima salsicciata alla brace che ha rifocillato gli skipper. Tutte le barche erano molto veloci ma alla fine delle nove regate che si sono disputate è svettata la fortissima barca francese Areva FRA-93 con skipper Mauro Folicaldi. Barca che già conosciamo per le esaltanti performances tenute durante la IACC120 Italian Cup 2010, è stata condotta bene dall'equipaggio e ha centrato così la prima vittoria stagionale. Seconda classificata +39 Challenge con skipper Ermanno Brunelli: la barca italiana ha iniziato fortissimo, va detto che era equipaggiata con le nuove vele prodotte da Luca71-5; poi forse a causa di regolazioni sbagliate si è un pò persa ma comunque ha acciuffato la piazza d'onore. Terza classificata il sindacato italiano Mascalzone Latino ITA-17 con skipper Daniele Bernardi: barca che da anni è costantemente veloce, paga a volte degli errori dello skipper senza i quali potrebbe ambire costantemente alle prime due posizioni. Prima barca fuori dal podio China Team CHN-95 con skipper Gianni Gabbi: barca super veloce, è apparsa a volte la più veloce del lotto. Peccato veramente per l'avaria al servo vele (cinese) che lo ha costretto al ritiro in ben 3 regate, senza le quali sarebbe arrivato probabilmente molto in alto in classifica.Parliamo infine di Team Germany , la bella barca tedesca, con skipper Mario Carletti: barca veloce, che soffre da sempre il poco vento. Anche lo skipper è sembrato un pò fuori concentrazione, sicuramente nelle prossime regate potrà dire la sua. Arrivederci alla prossima regata che si terrà Sabato 28 Maggio 2011 sempre a Campogalliano.
Per la Classifica cliccate QUA



IACC120 CUP 2011 The challenge begins!

                     Click 480p for high resolution ^



IACC120 Challenger Cup 2011 Round Robin 6

Oggi, sabato 19 marzo 2011 in una lunghissima e stupenda giornata di regate nelle calme acque di Fiumicino, sono terminate le regate dei Round Robin della IACC120 Challengers Cup, la coppa che viene assegnata ogni anno allo sfidante ufficiale del Defender della Coppa IACC120 CUP, Alinghi. Ricordiamo ai nostri lettori, che anche le barche Defender partecipano ai Round Robin ma fuori classifica. Il tempo è stato decisamente buono con vento da NW perfettamente allineato al campo di regata, percorso quindi a bastone con cancello di partenza e boa di bolina, da eseguire due volte per regata. Il vento è stato sepmpre abbastanza costante fra 2 e 7 nodi di intensità. E in queste condizioni, per chi ci legge abitualmente è ormai cosa nota, una barca su tutte è svettata, la barca del sindacato italiano Azzurra Challenge ITA-73 timonata da Renato Chiesa. 11 vittorie su 19 regate, ci sta poco altro da aggiungere. Questa è la terza vittoria nei 6 round robin, un rullino di marcia di tutto rispetto. Complimenti allo skipper romano per questo meritato successo. Questa volta la cosa che ha impressionato più lo scrivente è stata la velocità in poppa decisamente migliorata rispetto alle altre regate. Vediamo ora chi ha raggiunto il secondo gradino del podio: Shosholoza Challenge RSA-83 con skipper Alessandro Benedetti. Finalmente risolti i problemi di imbarco dell'acqua in sentina, la barca sudafricana è ritornata a graffiare nonostante il vento non fosse adatto per le sue vele che amano arie più intense. Infatti le poche volte in cui il vento è salito sui 7 nodi, Shosholoza ha vinto. Questo lascia ben sperare per la finale nella quale se le condizioni saranno quelle giuste potrà giocarsela alla pari o anche di più rispetto alle rivali. Terza posizione per la seconda barca del team Alinghi, SUI-91 con skipper Sara Benassi. Apparsa un pò deconcentrata(non stava bene di salute), solo saltuariamente ha mostrato il suo potenziale con tre o quattro manovre da cineteca alle boe in cui ha guadagnato molte posizioni. Brava comunque la nostra skipper! Primo dei non saliti sul podio, Luna Rossa ITA-94 con skipper Lorenzo D'Ignazio. Skipper deconcentrato a momenti, (causa lavoro non dormiva da 24 ore), è da ammirare per l'impegno profuso nel voler a tutti i costi partecipare. Peccato perchè qualcosa in più con quel missile di barca che si ritrova ce lo saremmo aspettato. Segnaliamo anche la presenza dell'amico Alan dalla Nuova Zelanda, possessore di numerose IACC120, che è venuto a regatare con noi ed ha utilizzato la barca Defender SUI-100, alternandosi con Marco Firefox che, in attesa di ultimare i lavori sulla sua nuova barca, +39 Challenge, ha dimostrato un talento incredibile. Altra bella notizia è stata la presenza di un nuovo sindacato romano, China Team, con skipper Andrea, a cui oggi è stata consegnata in spiaggia la barca e che ha provato brevemente per una presa di contatto: auguri e benvenuto fra noi! Infine parliamo della classifica generale: Azzurra con questa vittoria affianca in classifica Luna Rossa, ma per un maggior numero di vittorie nei round robin si aggiudica la prima posizione e guadagna 3 punti bonus per la finale. Il sindacato Luna Rossa quindi si classifica in seconda posizione e guadagna 2 punti bonus mentre il terzo posto e l'ultimo punto bonus in palio se lo aggiudica il sindacato ALinghi2. Complimenti a tutti i sindacati, appuntamento al 17 aprile 2011 per la finale della IACC120 Cup.
Per la Classifica cliccate QUA

Per la immagini cliccate QUA

Potete vedere il video QUA



New Project: Il Moro di Venezia by Renato Chiesa

Renato Chiesa ha pubblicato ufficialmente Il Moro di Venezia, la barca vincitrice della Louis Vuitton Cup 1992, pensata e progettata espressamente per la classe IACC120. Che dire? Troviamo questo progetto bellissimo e finalmente potremo rivedere navigare questa splendida barca, che, siamo sicuri, non mancherà di stupirci come prestazioni. Potete scaricarlo Qua .



IACC120 Challenger Cup 2011 Round Robin 4 (Recupero)

Ma che bella giornata di vela che abbiamo potuto vedere! Era il recupero del 4° Round Robin, che fu annullato a causa condimeteo sfavorevoli e oggi, domenica 6 Marzo, il tempo invece ci ha permesso di recuperare disputando dieci regate su un percorso lungo circa 150 metri fra le boe, con un vento sempre abbastanza costante come direzione da NW, ma con intensità che è passata da circa 5 nodi della mattina a poco più di un nodo all'ora di pranzo per poi salire impetuosamente a 9-13 nodi per tutto il resto della giornata. Regate quindi tecniche e difficili con partenze al limite dell'armo 1 sempre con il rischio di un'ingavonata se una raffica avesse superato i 14-15 nodi. La mattina ha visto due barche protagoniste principalmente: Azzurra ITA-73 con skipper Renato Chiesa e la barca Defender SUI-100 con skipper Matthias: si sono alternate al comando. Azzurra sembrava avere qualcosa più delle altre fino a 5 nodi di vento. Nel pomeriggio invece con quel vento impetuoso, le due Alinghi hanno iniziato ad avere un passo impossibile per le altre e alla fine SUI-91 timonata magistralmente dalla skipper Sara Benassi, ha portato a casa la vittoria del Round Robin. Complimenti a Sara! Ha timonato in modo perfetto, a parte i due-tre errori nelle regate iniziali (come di consueto), interpretando al meglio il difficile campo di regata, assecondata da una barca meravigliosamente veloce, non ha fatto ulteriori errori, ma partenze sempre molto buone e passaggi alle boe perfetti. Ed ecco che per la prima volta la fanciulla romana sale sul punto più alto del podio sverniciando tutti i baldanzosi skipper 120isti romani!!! Seconda classificata Luna Rossa ITA-94 con skipper Lorenzo D'Ignazio. Sembrava partito male, la barca faceva fatica ad andare con vento leggero, qualche errore di troppo nelle prime regate, ed invece nel pomeriggio complice una messa a punto migliore la barca ha iniziato a fare tanta velocità e a seguire da vicino le Alinghi. Così regata dopo regata Luna Rossa ha accumulato i punti necessari alla seconda posizione sul podio che gli permette di mantenere la leadership della classifica generale dei Round Robin. La barca con vento forte e nuove vele grandi è apparsa molto a suo agio, specialmente di poppa. Terza classificata Azzurra, che ha patito il vento forte con un calo di prestazioni tangibile rispetto alla mattina in cui volava, ed ancora una volta ha pagato a caro prezzo una certa mancanza di affidabilità che ha sempre segnato questa barca. Azzurra ha dovuto dare forfait a 3 regate dalla fine causa cedimento del servo vele. Peccato veramente, avrebbe potuto giocarsi la prima posizione con SUI-91. Prima delle barche fuori dal podio, Shosholoza RSA-83, con skipper Alessandro Benedetti. La barca sudafricana ha iniziato abbastanza bene le regate della mattina nonostante il vento leggero non la favorisse. Poi, quando il vento è salito e tutti si aspettavano il salto del giaguaro sudafricano, invece il micione non ha graffiato e la barca è stata sempre lenta. Il motivo è da ricercarsi nell'enorme quantità d'acqua che Shosholoza imbarcava in sentina, problema che già si era presentato lo scorso RR, e che sembrava esser stato risolto. Invece solo alla fine della giornata di regate si è scoperto a prua un piccolo foro nel quale l'acqua poteva entrare a pressione. Peccato veramente che due RR siano stati buttati al vento per una stupidaggine del genere. Comunque sia la corsa alla conquista della Challengers Cup è ancora lunga e, sia l'ultimo Round Robin, che le regate di finale in match race possono cambiare completamente la classifica attuale che vede nelle prime tre posizioni Luna Rossa ITA-94 prima con 10 punti, seguita da Azzurra ITA-73 e Alinghi SUI-91 con 13 punti a parimerito (prima Azzurra per differenza vittorie). Appuntamento a Domenica 20 Marzo 2011 sempre a Fiumicino per l'ultimo Round Robin della stagione.

Per la Classifica cliccate QUA

Potete vedere un breve video QUA




Roma Boat Show 2011: IACC120

Oggi al Salone Nautico di Roma, sono state invitate a partecipare le nostre belle barche che hanno dato sfoggio di se prima a terra e poi in acqua nella piscina allestita per gli sport velici, nel grande padiglione 9. E' parso subito evidente, ripetto agli anni passati, il maggior afflusso di persone, per cui eravamo tutti molto orgogliosi di vedere tanto interesse e curiosità per i nostri scafi. Rispetto all'anno scorso la piscina era molto più grande, per cui si è potuto navigare in modo migliore, per quello che un vento artificiale può permettere. Comunque sia l'interesse susciato è stato tanto, tante le domande dei curiosi e degli appassionati e la cosa che mi ha fatto più piacere è sentire che molti ci conoscevano già. Rispetto all'anno scorso poi, potevamo disporre di un maxischermo su cui apparivano le immagini delle nostre regate, dando quindi la possibilità a tutti di apprezzarne le reali prestazioni. E' stato un vero spettacolo!

Potete vedere delle immagini QUA

Potete vedere un breve video QUA




IACC120 Challenger Cup 2011 Round Robin 5

Altra bella giornata di vela oggi, 20 febbraio 2011, per il 5° Round Robin valido per la IACC120 Challengers Cup. Il tempo è stato abbastanza soleggiato nella mattinata e nuvoloso nel pomeriggio con il vento costante sui 7 nodi di intensità per tutto il giorno da SE la mattina e da SSW al pomeriggio. Bel campo di regata di circa 150 metri di lunghezza con 17 regate interessanti e combattute come ormai è norma quest'anno. Peccato per la mancanza di diversi sindacati, fra cui il leader della classifica Challengers, Azzurra ITA-73, speriamo di rivederli presto in acqua con gli altri teams. Parliamo ora delle tre barche salite a podio: prima classificata, con merito, Luna Rossa ITA-94 con skipper Lorenzo D'Ignazio. Barca veloce, pochi errori, diverse vittorie e ottimo ritmo ed ecco che il risultato viene fuori. Seconda classificata la barca defender della coppa challengers, Shosholoza RSA-83 con skipper Alessandro Benedetti: Il vento era quello giusto, ma il ritmo non è mai stato veloce come ci si poteva aspettare, nessun errore particolare, la barca era solo più lenta del solito, probabilmente perchè imbarcava molta acqua a causa di una crepetta nello scafo. Comunque sia nessun problema elettrico, a dimostrazione dell'ottima affidabilità raggiunta. Peccato per l'occasione persa per riportarsi in alto in classifica. Terza classificata la seconda barca del team Alinghi, SUI-91 con skipper Sara Benassi: regata sottotono per la brava skipper romana, tanti errori nella prima metà della giornata e qualche bella regata vinta con merito nel pomeriggio. Il vento forte non l'aiutava per la sua poca esperienza al timone delle 120. Ora la classifica generale vede di nuovo in testa il sindacato Luna Rossa Challenge, seguito da Azzurra Challenge. Appuntamento al 20 Marzo per il sesto Round Robin 2011, a meno del recupero del 4 Round Robin che potrebbe avvenire nella prima giornata di bel tempo a disposizione.

Per la Classifica cliccate QUA



IACC120 Challenger Cup 2011 Round Robin 2 (recupero)

Stupenda giornata di regate oggi 13 febbraio 2011 nelle fredde acque di Fiumicino, si sono sfidati gli scafi partecipanti alla IACC120 Challengers Cup per il recupero del secondo Round Robin che saltò a causa delle condizioni meteo. Sembrava fosse primavera inoltrata, 18 gradi e un sole radioso con un venticello leggero e molto costante come direzione, un pò meno come intensità variabile da 0.7 a 5 nodi da S-SW. In queste condizioni meteo perfette si sono potute disputare ben ventiquattro regate, tutte super tirate con un livellamento dei valori completo, ogni regata è stata decisa dalla bravura dello skipper, dagli errori e dalla fortuna al 90%. Vediamo chi è salito sul podio di questo RR: ha vinto Azzurra ITA-73 condotta magistralmente da Renato Chiesa, che con 8 primi posti è arrivato vicinissimo alla barca defender SUI-100 di Matthias che centrato invece 12 vittorie (fuori classifica). Sempre concentrato, vele perfette per il poco vento, scafo filante e veloce, Azzurra è stata quasi sempre nelle prime posizioni e alla fine ha macinato punti su punti. Seconda classificata Shosholoza RSA-83 con skipper Alessandro Benedetti, sicuramente non erano le sue condizioni di vento, ma nonostante questo ha centrato due vittorie, e spesso è stata davanti con merito ed intelligenza, trovanto le boe migliori o i lati del campo di regata con più pressione. Peccato per diversi piccoli errori, che tuttavia oggi forse non avrebbero cambiato l'esito della regata, a Shosholoza servono vele da poco vento se vuole battersi alla pari con le altre; è chiaro che se il vento sale la musica cambia. Terza classificata l'altra barca del team Alinghi, condotta da Sara Benassi, bravissima davvero oggi. Come sempre Sara parte maluccio, ci mette un pò di tempo a capire il campo di regata, ma poi una volta che ha carburato, inizia a macinare piazzamenti su piazzamenti e ha recuperato centrando il podio. Continua così!!! Prima barca fuori dai tre gradini più alti è Luna Rossa ITA-94 con skipper Lorenzo D'Ignazio. LR ha fatto esordire le nuove vele da poco vento, un rischio senza averle mai provate prima; LR è partita infatti in modo incerto, poi ha trovato il giusto set-up in un momento della giornata in cui il vento era attorno al nodo di intensità, e a quel punto è apparsa irraggiungibile dalle altre grazie a straordinari angoli di bolina. Poi, dopo la pausa pranzo, la barca italiana, ha perso il ritmo, sono cambiate le condimeteo più volte e con una concorrenza così agguerrita basta poco per perdere posizioni. Comunque sia, quando verrà trovato il giusto set-up delle vele nelle varie condizioni, LR potrà esprimere il suo potenziale in modo più constante in un range di vento più ampio, saranno guai seri per tutte le sue rivali! La classifica generale dei primi 3 team, vede il sorpasso del sindacato Azzurra Challenge con 6 punti sul sindacato Luna Rossa Challenge, 7 punti. Segue Alinghi2 con 9 punti. Primo sindacato fuori dal podio Shosholoza Challenge con 10 punti. Arrivederci alla settimana prossima per il quinto RR 2011.

Per la Classifica cliccate QUA



IACC120 official wall calendar 2011

Alessandro Benedetti presenta il calendario ufficiale da parete IACC120 del 2011. Bravissimo Alessandro per questa bellissima opera grafica con le più belle immagini delle regate 2011.
Potete scaricare la versione italiana QUA
Download the English version HERE



IACC120 Challenger Cup 2011 Round Robin 3

Eccoci qua a raccontare, appena tornati alla base, il resoconto del terzo Round Robin, valido per la IACC120 Challengers Cup. In realtà questo è il secondo appuntamento stagionale, perchè il secondo RR è stato annullato e posticipato a data da definirsi a causa delle pessime condimeteo del piovoso e freddo Novembre che abbiamo appena superato. Oggi la gionata era fredda, 5 gradi con un pallido sole invernale, e il vento è stato il protagonista della giornata, costantemente da levante fino alle 14.30 quando ha iniziato a girare verso scirocco. Sempre molto ballerino sia come intensità che come direzione è variato a 0.1 a 5 nodi, rendendo difficile la vita agli skipper e costringendo l'organizzazione a scegliere un percorso a rettangolo con 5 boe in acqua. In queste condizioni, barca del defender fuori classifica a parte, Azzurra ITA-73, vuoi per le eccellenti caratteristiche dello scafo e delle vele che con poco vento assicurano prestazioni eccellenti, vuoi per la bravura dello skipper, è risultata la prima classificata. Complimenti al team italiano che centra la sua prima vittoria in un Round Robin IACC120 CUP e si porta in seconda posizione nella classifica generale. Seconda classificata Luna Rossa ITA-94 con skipper Lorenzo D'Ignazio. Barca come sempre mediamente molto veloce, anche se queste non erano le sue condizioni ideali ha saputo mantenere un passo costante e alla fine per soli 3 punti non ha ripetuto il colpaccio del primo Round Robin. Resta comunque in testa alla classifica generale. Terzo classificato il sindacato sudafricano Shosholoza challenge RSA-83, defender della Challenger Cup: Alessandro Benedetti, lo skipper, è apparso un pò nervoso, e vuoi per le condizioni assai poco adatte alla sua barca, vuoi per qualche disattenzione di set-up e di navigazione, si è visto solo a momenti in cui la barca ha schiacciato prepotentemente le avversarie, poi però momenti di vuoto quasi completo. Alla fine il terzo gradino del podio per come era iniziata la giornata ci può stare per agganciare al quarto posto in classifica generale il sindacato neozelandese Fly Emirates New Zealand. Infine una menzione di merito per la seconda barca del sindacato Alinghi, SUI-91, con skipper Sara Benassi, che, dopo un'inizio molto difficoltoso a causa del percorso e del vento, una volta tornati nel pomeriggio ad un percorso a bastone classico , ha saputo sfoggiare un passo eccellente con due vittorie e dei secondi posti. Appuntamento per il Round Robin 4 il 23 Gennaio 2011.

Per la Classifica cliccate QUA

Per le foto cliccate QUA



IACC120 Challengers Cup 2011 - 3rd Round Robin

Domenica 5 Dicembre 2010 appuntamento a Fiumicino, stabilimento MED, per il terzo Round Robin della IACC120 Challengers Cup, coppa riservata agli sfidanti della IACC120 CUP, il cui vincitore diverrà lo sfidante ufficiale del sindacato Defender, Alinghi. Quest'anno i challengers partecipano con barche nuove e tutte molto veloci per cui assisteremo a regate combattute e appassionanti, dove la vittoria finale sarà dovuta alla bravura dello skipper nel settare e nel condurre in acqua la barca. Le condimeteo per ora sembrano discrete e incrociando le dita dovremmo poterci divertire.

Ecco gli equipaggi iscritti:
Alinghi SUI-102 (barca defender fuori classifica), skipper Matthias
Alinghi SUI-91 (barca defender fuori classifica), skipper Sara Benassi
Shosholoza Challenge RSA-83 skipper Alessandro Benedetti, Challenger of Records 2010
Azzurra Challenge ITA-74 skipper Renato Chiesa
Black Magic New Zealand Challenge NZL-81 skipper Riccardo Malatesta
Fly Emirates New Zealand Challenge NZL-103 skipper Alessandro Strappaghetti
Luna Rossa Challenge ITA-94 skipper Lorenzo D'Ignazio
Luna Rossa Challenge ITA-74 skipper Emiliano Picchia
Moro di Venezia Challenge ITA-25 skipper Gabriele De Luca



LOUIS VUITTON THROPHY 2010 Dubai

Sono iniziate le regate per l'ultima tappa della Louis Vuitton Trophy a Dubai negli Emirati Arabi. In acqua questa volta gli equipaggi si affrontano su due Fly Emirates New Zealand, NZL-84 e NZL-92, e sulle due BMW Oracle Racing USA-87 e USA-98, barche gloriose e spettacolo assicurato! Godiamoci il vero match race, con contatti ravvicinati, combattimento corpo a corpo, tutte le emozioni che perderemo con i futuri multiscafi della prossima Coppa America, ma che noi con le nostre IACC120 continueremo a ricordare!



SAFALERO'S CUP 2010 Finale match race


E' stata disputata oggi, venerdi 5 novembre 2010, la finale della Safalero's Cup, la coppa zonale dell'Emilia Romagna. Tempo sereno e vento leggero di 3-4 nodi da scirocco, hanno caratterizzato la bella giornata di regate a cui si erano qualificati quattro sindacati. Le regate tutte in match race, hanno visto Areva FRA-93 con skipper Mauro Folicaldi e +39 ITA-85 con skipper Ermanno Brunelli eliminare e passare alla finalissima rispettivamente , U.I. Team Germany GER-98 per 3-1 con skipper Mario Carletti e Mascalzone Latino ITA-17 per 3-1, con skipper Daniele Berardi. La finale come era immaginabile viste le straordinarie prestazioni della barca francese è stata dominata dal sindacato transalpino che con un secco 3-0 si è aggiudicato il prestigioso trofeo. Bravo comunque +39 che resta sempre li protagonista ad un passo dalla vittoria e che speriamo prima o poi possa acciuffare. Un applauso vivissimo a Mauro Folicaldi, che dopo tanti anni ha finalmente potuto esprimere in questa stagione tutta la sua bravura con una barca veramente molto competitiva. La finale per il terzo e quarto posto è stata più bilanciata ed è stata vinta dal sindacato tedesco per 3-1. Complimenti a tutti gli skippers che hanno animato questa splendida e antica competizione della vela RC. Arrivederci all'anno prossimo per l'edizione 2011 della Safalero's Cup.



New Project: Mascalzone Latino ITA-99 by Renato Chiesa

Eccoci a presentare un nuovo progetto di Renato Chiesa, Mascalzone Latino ITA-99. Come potete vedere, Renato continua a seguire la strada, come nei suoi ultimi recenti progetti, Fly Emirates New Zealand e +39, di una fedele riproduzione delle linee originali dello scafo, adattate ovviamente alle necessità della riproduzione in scala. Anche questa volta Renato sembra aver centrato l'obbiettivo: la barca ha uno straordinario impatto estetico! Come fare a non iniziare a costruirne subito una??! Potete scaricarlo Qua .



IACC120 Challenger Cup 2011 Round Robin 1

Si è disputato oggi, domenica 3 ottobre a Fiumicino, il primo round robin della IACC120 Challenger Cup 2011, manifestazione in cui gli sfidanti della coppa romana si contendono il privilegio di sfidare il Defender della IACC120 Cup Alinghi. Alle regate di round robin, sei in tutto, una al mese, partecipa anche la barca del Defender, SUI-102, ma fuori classifica. La giornata di regate è iniziata con un certo ritardo verso le 11.30, in quanto una manifestazione podistica ha occupato tutta la zona di parcheggio. Il vento, superiore alle previsioni, sui 7 nodi è poi salito fino a 8-12 nodi nel pomeriggio, sempre abbastanza costante come direzione da Scirocco. Peccato per l'assenza del sindacato Moro di Venezia di Gabriele De Luca e di Alinghi/marche di Stefano De Cesaris, speriamo che siano con noi la prossima volta. Le regate sono partite subito scoppiettanti, con il varo della nuovissima Alinghi SUI-102, che ha centrato subito una bella vittoria nella prima regata, peccato che un cedimento da fatica del boma fiocco, utilizzato in passato da SUI- 100 e ormai vecchiotto, nel riscaldamento della seconda regata, ha messo subito a terra la barca svizzera apparsa sin dai primi bordi molto competitiva. In acqua è rimasta la seconda barca svizzera del Team Alinghi/Fashion SUI-91 con al timone Sara Benassi che per nulla intimorita dall'agguerrita concorrenza maschile, ha fatto subito vedere di che pasta è fatta. Ha anche spesso recuperato da partenze non pefette, posizioni su posizioni. Infatti al termine delle prime dieci regate di flotta era lei al comando! Ottimo debutto!!! Con l'andare avanti delle regate e l'aumentare del vento, Luna Rossa ITA-94, con skipper Lorenzo D'Ignazio, apparso trasformato dopo l'esperienza fatta nella IACC 120 Italian Cup a Ravenna, ha iniziato a navigare molto veloce e alla fine della giornata, con 18 regate disputate, ha portato al primo successo stagionale il team italiano, con 5 primi posti e 5 secondi posti!!! Complimenti!!! Bravo Lorenzo, ha fatto pochissimi errori e ha finalmente fatto vedere le prestazioni vere che è capace di esprimere quello scafo. Subito dietro Luna Rossa è arrivata Alinghi SUI-91: bravissima veramente Sara al debutto è riuscita a portare quasi alla vittoria la barca svizzera che probabilmente è ancora la barca più veloce in acqua. Poderosa nelle accelerazioni dalle virate, perfettamente neutra di bolina, un missile di poppa. Terza classificata Fly Emirates New Zealand NZL-103, tornata in acqua dopo tre mesi, è stata un pò discontinua ed è apparsa a proprio agio più con il vento medio che con quello forte. A volte ha vinto regate con distacco e volte si è persa in futili errori. Quarta classificata Azzurra ITA-73 con skipper Renato Chiesa; peccato per la rottura del servo vele a 7 regate dal termine, perchè fino a quel momento il sindacato italiano era in lizza per la prima posizione. Barca veloce in ogni andatura, con vento forte aveva trovato un perfetto set-up. Quinta classificata Shosholoza RSA-83, barca vincitrice della Challenger Cup 2010, non era nella sua giornata giusta lo skipper, poca concentrazione e difficoltà di portare al limite la barca. Nel complesso le regate sono state tutte combattute, gli scafi hanno prestazioni vicine e sono gli errori degli skippers che fanno alla fine la differenza. Si prospetta una coppa Challengers interessantissima ed avvincente! Appuntamento per la seconda giornata di Round Robin Domenica 7 Novembre 2010, sempre a Fiumicino.

Per la Classifica cliccate QUA

Per le foto cliccate QUA



IACC120 ITALIAN CUP 2010

Per leggere il resoconto, le foto e i video delle regate della stupenda edizione 2010 appena terminata cliccate QUA

Video IACC120 Italian Cup 2010 cliccate QUA Per la Classifica cliccate QUA

Photo 1 Photo 2



Azzurra ITA-73 launched!

In una bella giornata di settembre con un caldo sole e un bel venticello, ha iniziato a solcare le acque con la sua prua, la bellissima creatura di Renato Chiesa, Azzurra ITA-73. E' veramente bello rivedere in acqua i colori del glorioso sindacato italiano, su di una barca dalle linee filanti e moderne. Da subito Azzurra ha dimostrato un ottimo bilanciamento e le vele subito ben adattate all'albero. E' una barca che nasce quindi bene e che non potrà far altro che migliorare. Complimenti quindi al progettista, costruttore e skipper di Azzurra, Renato Chiesa per questa stupenda barca che andrà ad aumentare il gruppo delle barche romane e che darà sicuramente filo da torcere a tutti!



IACC120 Italian Cup 2010

Sabato 11 e Domenica 12 Settembre, nel tempio della vela RC italiana, il lago di Mirabilandia a Ravenna, scenderanno in acqua gli agguerriti scafi IACC120 dei sindacati italiani e stranieri, che tenteranno di strappare dalle solide mani del Team Shosholoza RSA-09 l'ambita brocchetta d'argento. Ci riusciranno? Il numero e il livello delle barche che parteciperanno è notevolmente migliorato, e sarà molto interessante vedere se le modifiche apportate alla velocissima barca Sudafricana basteranno a contenere le temibili rivali. Anche quest'anno vincerà la barca che nel complesso sarà la più veloce, affidabile, ben timonata e fortunata fra tutte. Quale sarà? Se vorrete dare una risposta a questa domanda direttamente con i vostri occhi, sarete i benveuti ad assistere alle regate da bordolago; per tutti gli altri non resterà che attendere invece, le notizie che nei giorni seguenti verranno qua pubblicate.



Prada Luna Rossa ITA-24

In una calda giornata di Luglio è stata varata l'ultima creatura di Alessandro Strappaghetti, ITA-24 che ha come proprietario Lorenzo D'Ignazio. La barca si caratterizza per le forme dello scafo squadrate, molto simili alla barca originale (ITA-94) che sulla carta dovrebbero avvantaggiarla in condizioni di vento medio-forte. Gli accessori della barca sono TDmodel mentre le vele sono di Luca71-5. A nostro parere la barca è esteticamente bellissima, e dal punto di vista dinamico è perfettamente bilanciata. Complimenti al costruttore, al progettista (Claudio Diolaiti) e al nuovo skipper Lorenzo per questa nuova splendida creatura! Sicuramente darà del filo da torcere a tutti!!



Young America USA-36

Come avevamo già anticipato, è stata varata la bella USA-36 costruita da Alberto Miani su progetto di Claudio Diolaiti. La barca nella prima uscita, l'ultima regata delle eliminatorie della Safalero's Cup 2010, ha dimostrato subito un buon potenziale, anche se ancora diversi particolari sia tecnici, ad esempio il set-up dele vele, o le decorazioni delle stesse ancora assenti, come si può vedere dalla foto, non erano ancora state messe a punto o completate. La barca è stata costruita con una tecnica di laminazione particolare, con il disegno della sirena stampato su un layer interno. Il risultato è eccellente, anche se è stato pagato in termini di peso. Complimenti dunque ad Alberto per la bella realizzazione e speriamo possa andar forte per quanto è bella. Potete scaricare le caratteristiche tecniche della barca ...Qua.
Per vedere le foto della realizzazione ...Qua.



Finaliste Safalero's Cup 2010

Si è disputata il 6 Giugno a Ravenna la quarta ed ultima prova valida per l'ammissione alla finale del campionato zonale Emiliano, la Safalero's Cup. Si è imposta la velocissima Areva FRA-93 con skipper Mauro Folicaldi, ormai apparentemente lanciato per la vittoria della coppa. Seconda classificata la nuovissima e bellissima USA-36, Young America, di Alberto Miani che ha subito dimostrato al debutto un eccellente potenziale. Terzo classificato Mascalzone Latino ITA-17 di Daniele Berardi che si conferma sempre costante e veloce. Quarta classificata Team Germany GER-98 con skipper Mario Carletti, che con questo risultato acciuffa la finale Safalero's Cup 2010. Quinta classificata +39 di Ermanno Brunelli, che guiadagna anch'egli la finale grazie a questo piazzamento. Bravi tutti gli skipper e complimenti per le barche non qualificate. Vediamo ora quali sono i quattro finalisti della Safalero's Cup 2010 che si disputeranno nella finale tutta match race la coppa:

1. Sindacato Areva Challenge FRA-93 skipper Mauro Folicaldi
2. Sindacato Mascalzone Latino Challenge ITA-17 skipper Daniele Berardi
3. Sindacato +39 Challenge ITA-85 skipper Ermanno Brunelli
4. Sindacato U.I.Team Germany GER-98 skipper Mario Carletti

Appuntamento per il 4 Luglio 2010 a Ravenna , lago di Mirabilandia per la finale Safalero's Cup 2010.



Louis Vuitton Trophy -La Maddalena-Italy - 22 May/06 June 2010

Follow here the Live Coverage..
The birth of the Louis Vuitton Trophy:
In February 2009, ten teams competed in a 15-day event on Auckland's Waitemata Harbor in match races duels that were won by Emirates Team New Zealand. Based on the huge popularity of that event, which was praised for its format and originality, Louis Vuitton has now created the Louis Vuitton Trophy regattas. Louis Vuitton has long been associated with first-rate, professional yachting. The French luggage and handbag maker made its debut in racing for the America’s Cup when it supported the 1983 Challenger Selection Series off Newport, R.I. Australia II, led by syndicate head Alan Bond and skipper John Bertrand, became the first yacht engraved on the trophy and then went on to score an historic triumph over Dennis Conner’s Liberty, the first challenger ever to defeat the defending New York Yacht Club. Four years later it was Conner who won the Louis Vuitton Cup off Fremantle, Western Australia, this time for the San Diego Yacht Club, before going on to defeat the Australian defender and return the America’s Cup to the U.S. The success of the winners of the first two Louis Vuitton Cups prompted the phrase, “To win the America’s Cup, first win the Louis Vuitton Cup.” The Louis Vuitton Cup has been held seven times, and four times the challenger has gone on to win the America’s Cup. But following the 2007 Louis Vuitton Cup, won by Emirates Team New Zealand, a period of uncertainty ensued with no future Louis Vuitton Cup scheduled. That led Louis Vuitton to create the Louis Vuitton Pacific Series last February.



Safalero's Cup: terza regata

Si è disputata l'8 Maggio a Campogalliano la terza prova del campionato zonale Emiliano, la Safalero's Cup. Giornata caratterizzata da un vento molto instabile e ballerino di 2/3 nodi da NE. Questa volta BMW Oracle USA-59, timonata magistralmente da Moreno Tancini, ha portato a casa la vittoria, con numerose regate vinte per distacco, anche se il gap prestazionale fra lei, Shosholoza RSA-09 (oggi non in acqua) e le altre barche non sembra più incolmabile. USA-59 è in classifica seguita da Areva FRA-93, seconda, con skipper Mauro Folicaldi, che anche questa volta ha avuto problemi di zavorre varie in sentina, questa volta acqua, che lo ha appesantito non poco. Terza classificata una barca italiana, Mascalzone Latino ITA-17 con skipper Daniele Berardi, che naviga ormai su ritmi molto consistenti. Da segnalare il passo avanti notevole fatto dalla stupenda China Team CHN-95 con skipper Gianni Gabbi, che è arrivata a pari punti con la sempre veloce e bella +39 ITA-85 di Ermanno Brunelli. Migiorata anche GER-98; la giornata ha visto anche il debutto in acqua di Bravo Espana ESP-47, con skipper Luca Cecchini che, con problemi a batterie e scotte ha voluto comunque esserci nonostante fosse conscio dei problemi che poi si sono puntualmente presentati costringendolo al ritiro. La giornata è anche stata caratterizzata da emozionanti duelli come quello fra Areva e Mascalzone vinto da quest'ultimo o quelli tra BMW, Areva e China vinti dalla barca francese. Grande spettacolo!!! Appuntamento a Ravenna il 13 Giungno per l'ultima regata di qualificazione alla finale Safalero's Cup. La classifica è disponibile alla voce del menu "Le Classifiche".



IACC120 Cup Roma 2010 Finale: ALINGHI vince ancora!

Il 25 aprile 2010 si è disputata la giornata delle regate di finale della IACC 120 CUP Challengers e la finalissima fra vincitore della Challengers e il Defender Alinghi. La giornata è stata caratterizzata da un sole radioso e da un vento sempre costante, mai rafficato, da N che poi è girato man mano verso WNW con intensità crescente dai 2 nodi della mattina agli 11/12 della sera.
...Continua Qua.....



Safalero's Cup: seconda regata

Si è disputata il 25 Aprile a Ravenna la seconda prova del campionato zonale Emiliano, la Safalero's Cup. Giornata molto bella iniziata con un vento da NW, che ha ruotato verso E per poi arrivare in serata fino a S; intenità variabile da 3 a 6/7 nodi. Le regate sono state divertenti per tutti con grande bagarre a centro gruppo in cui si è vista navigare la nuovissima U.I.Team Germany GER-98, di Mario Carletti, straordinariamente bella, complimenti al suo skipper! Anche questa volta la barca campionessa italiana Shosholoza RSA-09 ha imposto il suo ritmo scatenato con ben 9 vittorie! Questa volta stranamente la superba BMW Oracle USA-59, seconda alla fine, con skipper Moreno Tancini, non è riuscita ad impensierirla troppo, anche se, con vento leggero sembrava esser la barca migliore del lotto. Bella prova anche per la neo-varata Areva FRA-93, terza, con skipper Mauro Folicaldi, non ancora a punto è comunque riuscita a mantenere un ottimo passo. Complimenti a tutti gli skipper e appuntamento per la prossima regata l'8 maggio a Campogalliano. La classifica è disponibile alla voce del menu "Le Classifiche" , mentre qua potete vedere qualche video delle regate:
Regata parte 1
Regata parte 2



IACC120 CUP ROMA 2010: sesto ed ultimo Round Robin

Si è disputata l'11 Aprile la sesta ed ultima regata dei round robin valida per la qualificazione alla finale IACC 120 Challengers Cup 2010 che si diputerà a Fiumicino il 25 aprile 2010. La giornata con vento dai quadranti meridionali da 3 a 10 nodi abbastanza costante, è cresciuto regolarmente durante la giornata. Il defender Alinghi ha varato la sua nuova barca e ha centrato al debutto la vittoria di giornata, ma, essendo il defender, regatava fuori classifica. La barca si è dimostrata subito veloce anche se dovrà risolvere dei problemi di gioventù. Prima posizione quindi per Shosholoza RSA-83 con skipper Alessandro Benedetti. Condizioni di vento perfette, pochi errori, e il risultato è arrivato. La giornata si caratterizzava per la sfida per il terzo posto assoluto dei round robin (con in palio un punto bonus per la finale) fra RSA-83 e Luna Rossa ITA-45. Invece colpo di scena: ITA-45 ha subito un problema elettrico ed esce di scena! Peccato veramente per lo skipper Renato Chiesa! A questo punto le regate sono state tutte molto tranquille, poichè tutti i posti in classifica generale erano ormai congelati. Gli skipper ne hanno tutti approfittato per fare messa a punto. Secondo posto di giornata per la nuovissima Fly Emirates New Zealand NZL-103 (non ancora al debutto ufficiale), con skipper Alessandro Strappaghetti, barca che va ad affiancare NZL-92 per la difesa della Challengers Cup e l'assalto eventuale alla IACC120 Cup Roma come sfidante ufficiale di Alinghi. La barca è bellissima esteticamente e molto veloce complessivamente. E' nuova e deve esser messa ancora a punto specie nella finitura dello scafo. Terzo posto di giornata per l'unica barca italiana oggi in regata, Luna Rossa ITA-24 con skipper Lorenzo D'Ignazio; prova un pò opaca, skipper distratto, diversi errori di navigazione e alghe nella chiglia lo hanno rallentato. Diversi sindacati sono rimasti con le barche a terra, ormai le posizioni erano fatte e hanno preferito concentrarsi per la finale. Arrivederci dunque al 25 Aprile a Fiumicino, per la finale della IACC 120 Challengers Cup, che decreterà la barca che sfiderà, sempre nello stesso giorno, il defender della coppa IACC romana Alinghi. Potete vedere alcune foto del riscaldamento e delle regate Qua.... La classifica è disponibile alla voce del menu "Le Classifiche"



Varata Alinghi SUI-100

E' stata varata SUI-100, nuova barca del defender della IACC 120 Cup Roma, che va ad affiancare SUI-91 nella difesa della coppa.



Safalero's Cup 2010: prima regata

Si è disputata oggi il 10 Aprile la prima regata 2010 della Safalero's Cup, il campionato zonale Emilia Romagna IACC120. La regata ha visto il debutto in acqua della nuova bellissima Areva FRA-93 di Mauro Folicaldi. Il vento di Campogalliano è stato bizzoso per cui i timonieri hanno avuto un bel da fare e dalla secomda alla quarta classificata si sono scambiate spesso le posizioni. Quindici regate disputate nella giornata. Alla fine ha prevalso la velocissima barca campionessa italiana, Shosholoza RSA-09 di Gianluca Nardo. Ottimo secondo posto per Areva, terzo MAscalzone Latino ITA-17 di Daniele Berardi. Peccato per l'assenza di diversi scafi veloci, come BMW Oracle USA-59, detentore della coppa o Mascalzone Latino ITA-23, speriamo di poterli rivedere in acqua al più presto. La classifica è disponibile alla voce del menu "Le Classifiche".



Varata Areva FRA-93

E' stata varata FRA-93 creazione su progetto Diolaiti, del mastro d'ascia Mazzotti con vele LUCA 71-5 e accessori TD model. Complimenti a Mauro Folicaldi il proprietario che l'ha fatta debuttare con un secondo posto alla prima regata della Safalero's Cup 2010.



New Project: ITA-73 by Renato Chiesa

Renato Chiesa ha pubblicato un nuovo progetto di una IACC120: ITA-73. Ha previsto due versioni con differente baglio e immersione. Ringraziamo Renato per la sua dedizione e bravura e ci auguriamo, come sempre per i nuovi progetti, di poterli veder navigare presto in acqua. Potete scaricarlo Qua..



IACC120 Cup Roma 2010 sesta regata Round Robin rimandata

A causa del forte vento da scirocco, 10-18 nodi molto rafficato, non è stato possibile dare inizio alle regate. Ricordiamo infatti che per regolamento il vento non deve superare d'intensità i 14 nodi. L'ultima giornata di Round Robin è stata così posticipata a Domenica 11 Aprile 2010 sempre alle ore 10.



IACC120 Cup Roma 2010 quinta regata Round Robin

Si è disputata oggi 21 febbraio, la quinta giornata di regate di Round Robin valida per la coppa IACC120 Cup Challengers Roma. La giornata è stata assolata per tutta la mattina e gran parte del pomeriggio. Il vento da SUD ha seguito il sole nel pomeriggio girando fino a ponente e l'intensità è variata da 2 a 11 nodi diverse volte durante il giorno. La mattinata ha visto diverse regate molto avvincenti, decise come accade ultimamente, più dagli errori che dalle prestazioni delle barche. Queste ultime avevano diverse modifiche per migliorne le prestazioni.Molto veloce ITA-45 con skipper Renato Chiesa, nella prima parte della giornata con vento leggero, grazie alle sue nuove vele, con un grasso stimato di circa l'8-10%: la differenza con le vecchie vele è risultata sensibile, e ha anche centrato uno stupendo primo posto in una delle regate. E' partita molto bene anche ITA-24, con skipper Lorenzo D'Ignazio, sempre veloce, con poco vento, è a suo agio grazie alla moderata superficie velica anche con vento sostenuto; peccato per i tanti troppi errori e alla rottura della penna che hanno fatto scendere nella classifica lo scafo abruzzese. E' tornato in acqua anche il sindacato Moro di Venezia, con skipper Gabriele De Luca, che sfoggiava il nuovo albero dotato di scassa. Il Moro ha iniziato lentamente ed è andato in crescendo fino al forfait di metà giornata causa problemi dello skipper. In acqua nuovamente è tornato anche il sindacato Fly Emirates New Zealand, con NZL-92 e skipper Alessandro Strappaghetti. Lo scafo neozelandese ha incominciato anch'esso in modo incerto, ma ha poi trovato il corretto set-up e il giusto ritmo, aggiudicandosi numerosissimi secondi posti. Veloce di bolina e velocissima di poppa ha confermato il secondo posto in classifica generale. Shosholoza RSA-83 ha regatato anch'essa con l'albero bloccato nello scafo a mezzo della scassa. Le prestazioni sono state altalenanti, numerosi gli errori che hanno fatto perdere punti alla barca sudafricana, comunque sia ha centrato due bei primi posti nelle regate. Ripeto: peccato veramente per qualche errore di troppo sia in regata che in set-up, perchè oggi avrebbe potuto acciuffare il secondo posto. Parliamo infine di ITA-102, con skipper Matthias, che oggi ha trovato uno stupendo set-up per vento medio/leggero; di fatto aveva un passo eccellente, non raggiungibile dalle altre. Pochissimi errori, una splendida prima parte di regate. Poi, con il salire del vento, la barca ha perso smalto e ha fatto fatica a contenere le rivali. Comunque sia sono state numerosissime le vittorie finali e ha confermato il primo posto assoluto in classifica. Ormai, se non ci saranno sorprese particolari nell'ultimo round robin a Marzo, i giochi sono chiusi per il primo e secondo posto in graduatoria generale, mentre il terzo posto è ancora tutto da combattere: la classifica generale vede infatti due scafi a pari merito, ITA-45 e RSA-83, ed altri due che seguono molto da vicino. Ricordiamo che le prime tre barche classificate dei Round Robin, guadagneranno dei punti bonus che faranno molto comodo, ad Aprile, durante la finale a match race. Ringraziamo infine Lorenzo, che come sua gentilissima abitudine, ci porta gli squisiti dolcetti fatti nella sua pasticceria e Sara per le belle foto e i filmati. Complimenti a tutti gli skippers per l'impegno e la passione che dimostrano ad ogni regata e un arrivederci al 21 Marzo per l'ultima regata di flotta prima della finale. Potete vedere alcune foto del riscaldamento e delle regate Qua.... La classifica è disponibile alla voce del menu "Le Classifiche"



IACC120 Cup Roma 2010 quarta regata Round Robin

Si è disputata oggi la quarta giornata di regate di Round Robin valida per la coppa IACC120 Cup Challengers Roma. La giornata è stata bella, con il sole che spesso ha fatto capolino dalle nuovole. Il vento da SUD-EST è stato abbastanza stabile come direzione e l'intensità è variata da 2 a 8 nodi diverse volte durante il giorno. Solo quattro scafi in acqua putroppo, a causa di problemi familiari vari di diversi skippers ed è stato un tripudio di barche italiane con ben tre Luna Rossa in acqua! La mattinata ha visto diverse regate ben combattute, decise più dagli errori che dalle prestazioni delle barche. Molto veloce ITA-45 con skipper Renato Chiesa, ha beneficiato delle numerose modifiche al sistema vele e alle appendici, ha dato filo da torcere a tutti e si è aggiudicata due regate della giornata. Molto bene anche ITA-24, con skipper Lorenzo D'Ignazio, alla sua seconda esperienza ha centrato molti secondi posti, con una barca velocissima specie con poco vento. Peccato per i problemi tecnici alle sartie e all'acqua che imbarcava a causa di una crepa nell'attaccatura fra scassa deriva e scafo, che gli hanno condizionato la seconda parte della giornata. Velocissima come sempre ITA-102, con skipper Matthias, che ha tuttavia visto annullare quasi il suo vantaggio prestazionale sugli altri sfidanti; notevolissima infine la prestazione di Shosholoza RSA-83 con skipper Alessandro Benedetti. La barca aveva nuove vele di Luca71-5 e l'albero ora inserito nella scassa. Ebbene le sue prestazioni si sono dimostrate pari se non superiori di bolina a tutti gli altri scafi e se non avesse commesso qualche errore di troppo si sarebbe potuta portare via diverse regate delle giornata. Spettacolo dunque anche oggi in acqua, offerto dagli scafi IACC. Un ringraziamento infine a Lorenzo che ha portato una deliziosa crostata abruzzese fatta nella sua pasticceria. Appuntamento alla prossima giornata di regate, il 21 Febbraio, con la speranza di poter vedere in acqua di nuovo tutti gli scafi della IACC romana.Potete vedere alcune foto del riscaldamento e delle regate Qua.... La classifica è disponibile alla voce del menu "Le Classifiche"


Calendario IACC 2010

Alessandro Benedetti ha realizzato un bel calendario da parete 2010 dedicato alla classe IACC 120, scegliendo alcune fra le più belle immagini delle nostre barche. E' disponibile in italiano, inglese e francese. Un ringraziamento ad Alexbenny per l'ottimo lavoro e buona visione a tutti! Scaricatelo, stampatelo e usatelo per ricordare i bei momenti delle regate passate ricordando le date di quelle future! :D inserite le 4 lettere di controllo, cliccate su "scarica file", e attendete i 45 seconti del conto alla rovescia e scaricate il file.
Versione italiana
English version
Version française


Alinghi SUI-100 Project
by Renato Chiesa

Renato Chiesa ha presentato il suo progetto Alinghi SUI-100 in revisione 1. Migliori centraggi, vele diverse, veramente una bella barca. Facciamo i complimenti a Renato Chiesa per questa sua nuova creazione, sperando di vederla presto in navigazione! Potete trovare il progetto completo alla voce del menu "IACC120 Projects" o QUA...


Safalero's Cup: vince BMW Oracle

La Coppa Safalero (campionato zonale Emilia Romagna) è stata vinta da BMW Oracle Challenge USA-59 con skipper Gabriele Tancini. La barca americana in una giornata di poco vento, si è aggiudicata il trofeo battendo nell'ordine Mascalzone Latino ITA-17, con skipper Daniele Bernardi, secondo classificato; +39 Challenge ITA-86, terzo; e Shosholoza Challenge quarto per forfait a causa di problemi tecnici.


IACC120 Cup Roma 2010 terza regata Round Robin

La terza giornata di regate di Round Robin della IACC 120 Cup Roma è stata interessantissima e ha visto il debutto in acqua di Luna Rossa ITA-24 con skipper Lorenzo D'Ignazio da Pescara. La nuova barca costruita dal Cantierino Strappaghetti con velatura di Luca 71-5 ha mostrato un grande potenziale arrivando seconda addirittura in una delle regate. La giornata freddina con un pallido sole invernale è stata caratterizzata da un vento leggero da mezzo a 4 nodi e molto poco stabile che ha obbligato a numerosi cambi di percorso. Vi era a momenti anche una forte corrente che ha reso il campo di regata difficile. In queste condizioni si sono svolte tredici regate tutte molto appassionanti nelle quali si è evidenziato un livellamento notevole delle prestazioni delle barche, per cui l'esito delle regate è dipeso in larga parte dalla capacità degli skipper nel settaggio e nella navigazione. Luna Rossa ITA-102 con skipper Matthias si è aggiudicata la giornata, seguita da Fly Emirates New Zealand NZL-92 con Skipper Alessandro Strappaghetti, sempre veloce anche se meno costante delle regate precedenti. Terza classificata la barca del sindacato sudafricano Shosholoza Challenge RSA-83, finalmente ben messa a punto ha potuto iniziare a dimostrare il suo potenziale, ben condotta dall skipper Alessandro Benedetti. Quarta classificata la barca del sindacato Moro di Venezia ITA-25, con skipper Gabriele De Luca, anche lei ben settata era molto veloce, peccato per diversi errori che le hanno impedito di poter fare di più, comunque sia ha vinto una delle regate della giornata. Entrambe le barche sono molto migliorate e se gli skipper sapranno rimanere ben concentrati, ne vedremo delle belle nelle prossime regate! Quinta classificata Luna Rossa ITA-45 di Renato Chiesa, che ha sofferto il poco vento della prima parte della giornata, nonostante un nuovo fiocco più grande, ma che poi con il salire del vento ha visto crescere le sue prestazioni. Sesta la nuova Luna Rossa ITA-24 che ha pagato l'ovvia inesperienza in regata dello skipper ma che ha dimostrato una scorrevolezza in acqua con poco vento veramente notevole e un potenziale di tutto rispetto. Complimenti quindi alla nuova nata, ai suoi costruttori e Lorenzo, con l'augurio di rivederla presto in acqua insieme alle altre sorelle. Appuntamento alla prossima giornata di Round Robin Domenica 24 Gennaio 2010 e Auguri di Buone feste a tutti i nostri lettori! Potete vedere alcune foto del riscaldamento e delle regate Qua.... Per chi è appassionato, o per chi non era in spiaggia, si può ora mettere comodo in poltrona e gustarsi tutte le regate qua nel proprio monitor!:
Regata1
Regata2
Regata3
Regata4
Regata5
Regata6
Regata7
Regata8
Regata9
Regata10
Regata11
Regata12
Regata13
La classifica è disponibile alla voce del menu "Le Classifiche"


IACC120 Cup Roma 2010 Seconda regata Round Robin

La seconda tappa dei Round Robin della IACC 120 Cup Roma, regate preliminari di avvicinamento alla finale della coppa che si svolgerà a Maggio 2010 e che decreteranno la barca che sarà la sfidante ufficiale alla coppa detenuta dal sindacato Alinghi Challenge con la barca SUI-100, sono stati caratterizzati da una bellissima giornata con vento molto leggero mai superiore al nodo, spesso meno. Anche oggi lo scontro fra Luna Rossa ITA-102 con Skipper Matthias e Fly Emirates New Zealand NZL-92 con skipper Alessandro Strappaghetti, è stato serratissimo. La barca neozelandese ha dimostrato una velocità di bolina notevolissima, segno che i lavori di sviluppo hanno dato i loro frutti. Tuttavia anche questa volta ad imporsi è stata la barca Italiana. Terzo classificata un' altra barca del sindacato Luna Rossa, ITA-45 di Renato Chiesa, apparsa in splendida forma. Quarto classificato il sindacato Shosholoza Challenge con skipper Alessandro Benedetti, un pò incostante nelle performances, così come il quinto classificato, il Moro di Venezia con skipper Gabriele De Luca, con nuove vele by Gorby: a volte velocissima a volte meno senza un motivo apparente. Arrivederci alla prossima regata di Round Robin prevista per Domenica 6 Dicembre probabilmente nelle acque di Fiumicino (da confermare). La classifica è disponibile alla voce del menu "Le Classifiche" mentre potete vedere un video della giornata QUA...


Alinghi SUI-100 by Marcel

Vi proponiamo una bella immagine della Alinghi SUI-100 costruita in Svizzera da Marcel su progetto di Claudio Diolaiti. Complimenti a Marcel per la bellissima realizzazione con la speranza di poterla vedere in acqua insieme alle nostre!


America 3 Project

Ecco che la nostra flotta di progetti, si arricchisce quest'oggi di una nuova e bellissima barca, America 3. Progettata da Claudio Diolaiti e da Luca Nardo è quanto di meglio il modellista possa cercare riguardo prestazioni ed estetica. Questo progetto farà contenti i nostri appassionati costruttori, immaginiamo soprattutto quelli d'oltre oceano. Potete trovare il progetto completo alla voce del menu "IACC120 Projects" o QUA...


IACC120 Cup Roma 2010 Prima regata Round Robin

Sono iniziati anche quest'anno i Round Robin della IACC 120 Cup Roma, regate preliminari di avvicinamento alla finale della coppa che si svolgerà a Maggio 2010 e che decreteranno la barca che sarà la sfidante ufficiale alla coppa detenuta dal sindacato Alinghi Challenge con la barca SUI-100. Questa prima giornata di regate è stata caratterizzata da un tempo estivo, un caldo sole e una leggerissima brezza hanno cullato nelle acque del mar Tirreno gli splendidi scafi dopo l'avventura del campionato italiano a Ravenna. Oggi Luna Rossa ITA-102 è stata velocissima, aggiudicandosi tutte e dieci le regate della giornata, tuttavia specie durante le prime cinque, caratterizzate da un vento molto leggero da Nord, circa un nodo, lo scontro con Fly Emirates New Zealand NZL-92 con skipper Alessandro Strappaghetti, è stato serratissimo. La barca neozelandese tornata da Ravenna è stata sottoposta a molti lavori che hanno riguardato molti particolari, sul bulbo e sul sistema vele (boma fiocco, pilone della scotta randa) che hanno incrementato le già ottime performances di NZL-92. Terzo classificato il Moro di Venezia con skipper Gabriele De Luca, con nuove vele by Gorby: la barca è molto equilibrata e veloce ad andatura portante e ha un eccellente angolo di bolina, ma mancava oggi un pò di velocità nella bolina e un pò di potenza in accelerazione. Ha duellato tutto il giorno con Luna Rossa ITA-45, con skipper Renato Chiesa, apparsa un pò in difficoltà a causa probabilmente delle vele piatte che con poco vento soffrono molto e a causa della posizione del bulbo non perfetta. Arrivederci alla prossima regata di Round Robin prevista per Domenica 8 Novembre sempre nelle acque di Fiumicino. La classifica è disponibile alla voce del menu "Le Classifiche" mentre potete vedere un video della giornata QUA...


New Project: Areva FRA-93

Ecco il nuovo progetto di Claudio Diolaiti, la barca francese Areva FRA-93; dobbiamo dire che subito a prima vista ci è piaciuta molto, le proporzioni sono ben distribuite e anche la linea della prua è molto accattivante. Sicuramente il centraggio è ottimo e sarà una barca molto performante. Il primo scafo è già in costruzione a Bologna ad opera di Mauro Folicaldi. Complimenti a Claudio per questa sua nuova opera con l'augurio di vederla al più presto in acqua. Potete scaricare il progetto alla voce "IACC120 Project" o QUA...


IACC 120 ITALIAN CUP:
Shosholoza vince ancora!

Ed eccoci qua a dare una risposta alla domanda che ci ponevamo la settimana scorsa: chi sarà la barca che vincerà la IACC 120 Italian Cup? Chi sarà la migliore, la più veloce e più fortunata fra tutte? Chi si aggiudicherà la brocca d’argento su cui sarà inciso ad imperitura memoria il nome della barca e dello skipper vincitori? CONTINUA QUA...


IACC 120 ITALIAN CUP

Ecco la presentazione della splendida brocca in argento, l'ambita IACC 120 Italian Cup. Quale sindacato se l'aggiudicherà? La risposta domenica sera quando il vento, le onde, le barche, la bravura degli skippers e la dea fortuna daranno la loro risposta.


IACC 120 ITALIAN CUP 2009
        
Siamo giunti finalmente all'incontro tanto atteso che deciderà chi sarà il nuovo detentore della 120 IACC Italian Cup 2009 che si svolgerà a Ravenna il 3/4 Ottobre nel lago della Standiana (dietro Mirabilandia). I sindacati che vengono sono quelli della locandina, ma la manifestazione è aperta a tutti gli scafi AC120 in regola con la stazza, quindi tutti sono benvenuti. Sabato regate di flotta, ritrovo ore 9,00 partenza prima prova 10.30 ultima partenza 17,30. Domenica regate a Match-Race, ritrovo ore 9,00 partenza prima regata ore 10,00. Le regate saranno seguite da un arbitro.Sulla brocca d'argento verrà inciso il nome del vincitore, il quale si impegnerà a rimettere in palio il trofeo conquistato e rilanciare una nuova sfida per l’anno successivo. Nell’impossibilità di farlo dovrà riconsegnare il trofeo all'organizzazione. L'iscrizione sarà di 10 euro e comprenderà i panini e le bibite, sia per il sabato che la domenica.


New IACC 120 Projects
Claudio Diolaiti ha emesso in revisione 2 i progetti di tutte le sue barche con nuovi bilanciamenti per incrementarne le già ottime performances: Alinghi SUI-100, Fly Emirates New Zealand NZL-92, China Team CHN-95, Luna Rossa ITA-94 e Young America. Complimenti a Claudio per l'eccellente lavoro e buon lavoro a tutti nel costruirli. I progetti sono scaricabili alla voce del menu "IACC 120 Projects"


Young America

In attesa dei due avvenimenti che caratterizzeranno i giorni a venire e cioè la finale di Safalero's Cup e la IACC 120 Italian Cup (quest'ultima si disputerà il 3 e 4 Ottobre prossimi) a Ravenna, ecco una prima immagine della nuova Young America in costruzione. Realizzata da Alberto Miani su progetto Diolaiti. Gran bel lavoro non c'è che dire, la grafica non è di facile realizzazione. Complimenti al costruttore e speriamo di vederla in acqua presto per i primi test.


BMW ORACLE vince la 4a regata Safalero's Cup

La quarta regata di round Robin della Safalero's Cup, disputata ad Osteria Grande, in Emilia Romagna, ha visto il ritorno alla vittoria di BMW Oracle USA-59 di Gabriele Tancini dopo un acceso confronto con la principale rivale, Shosholoza RSA-09 di Gianluca Nardo. A fine giornata con quattro vittorie a testa si è imposta la più costante barca americana che ha infilato ben quattro secondi posti. Peccato per una vittoria buttata da RSA-09 causa un cavo raccolto con la deriva, quando era lanciata per il primo posto. Il vento tra i 4 e i 6 nodi è stato sempre vivace anche se un pò ballerino come direzione e ha permesso regate ben disputate e corrette. In acqua si è visto con molto piacere il ritorno di Alberto Miani del sindacato Luna Rossa, che ha in cantiere una nuova barca. Bel terzo posto per +39 ITA-86, comandata da Emanno Brunelli, che si conferma una delle principali protagoniste della Safalero's Cup. Speriamo di rivedere in acqua presto Mascalzone Latino di Fabio Caporaletti, barca velocissima, un peccato veramente non vederla regatare. Quarto posto per la sempre indomita Alinghi SUI-75 di Mauro Folicaldi, che nonostante l'età del progetto quando può segue pronta ad acciuffare qualche buona posizione. Complimenti a Tutti i sindacati e skipper e arrivederci alla Finale Safalero's Cup 2009. I 4 sindacati che si sono guadagnati un posto per la finale sono BMW Oracle Racing USA-59 che se la vedrà con Mascalzone Latino ITA-17, e Shosholoza Challenge RSA-09 che affronterà +39 ITA-86.


Shosholoza RSA-83 in allenamento

E' sceso in acqua oggi il sindacato romano Shosholoza con la RSA-83, dopo un periodo di modifiche ed affinamenti sviluppati insieme al Defender Alinghi. La barca si è dimostrata subito molto migliorata, con prestazioni veramente analoghe a quelle della veloce SUI-100. Ottimo segno che il sindacato romano sta seguendo la strada giusta per portare a Ravenna il 3 e 4 ottobre prossimi, una barca veloce e competitiva in vista della IACC 120 Italian cup, trofeo detenuto ricordiamo dall'altro sindacato Shosholoza italiano, quello di Gianluca Nardo di Bologna, con la velocissima RSA-09. RSA-83 ha sfoggiato un albero in carbonio rivisto e corretto con la randa in parte inferita e in parte legata, nuove sartie, nuove regolazioni delle vele, nuovo pilone della scotta randa. Qua un'avvincente regata di allenamento fra Alinghi e Shosholoza:


Varo di Fly Emirates New Zealand NZL-92 a ROMA

Si è tenuto oggi il varo ufficiale di NZL-92 del campionato romano, opera di Alessandro Strappaghetti su Progetto di Claudio Diolaiti. Completamente in carbonio, ha volumi imponenti. La deriva è tapezioidale costruita da TDmodel (come tutta la parte accessori), mentre le vele (ancora da decorare) sono state realizzate da Luca 71-5. La barca sfoggia volumi imponenti, e una lunghezza al galleggiamento al limite di stazza. Dalle prime prove insieme a Alinghi SUI-75, la barca è sembrata molto veloce, neutra, manovriera, insomma una temibile sfidante alle coppe IACC.


Due nuove IACC 120 in Canada e in Germania
Ecco le prime immagine di due nuove Fly Emirates New Zealand, in costruzione in Germania e in Canada da due Neozelandesi che vivono lontano da casa. Entrambe sono su progetto Diolaiti. Dalle immagini è evidente la cura e la precisione nel realizzare il master in legno. Complimenti a Goose e Kiwi per il lavoro e speriamo di vederle presto in acqua.


Chi potrà fermarla?

LUNA ROSSA ITA-102 è pronta per la sfida alla IACC 120 ITALIAN CUP!


Moro di Venezia ITA-25
E' stata varata l'ultima barca costruita da Alessandro Strappaghetti con vele Gorby e accessori TD Model: ITA-25 del sindacato romano Moro di Venezia (qui con il suo skipper Gabriele De Luca e con vele provvisorie del vecchio Moro). La barca nonostante la gioventù ha dimostrato un'eccellente bilanciamento. Per ulteriori informazioni, immagini e video fate riferimento al nostro forum.


Terza prova Safalero's Cup
Sabato 27 Giugno 2009, presso il lago di Mirabilandia a Ravenna, si è svolta la terza prova del campionato zonale Emilia Romagna, la Safalero's Cup. Il confronto è stato molto interessante perchè è tornata in regata la fortissima Shosholoza RSA-83 con il suo Skipper Luca Nardo ed infatti si è imposta sulle agguerrite rivali, specialmente su BMW Oracle USA-59, con skipper Gabriele Tancini, seconda, apparsa come sempre velocissima. Shosholoza ha probabilmente meglio interpretato il campo di regata in una giornata caratterizzata da un vento capriccioso e ballerino (1-8 nodi). Ottimo terzo posto per +39 ITA-86 con skipper Ermanno Brunelli: bravo Ermanno continua così! Quarto posto per Alinghi SUI-75, buona barca ma che forse risente della sua non più giovane età progettuale e non permette al bravissimo skipper Mauro Folicaldi di esprimersi completamente; speriamo quindi di veder presto impostata una nuova barca nel Team Alinghi Bolognese. A presto per la quarta regata dei round robin, ultima prima delle regate di finale.


FLY EMIRATES NEW ZEALAND NZL-92 e MORO DI VENEZIA ITA-25
Ecco una prima immagine di due future protagoniste della IACC 120 CUP 2010: in legno potete vedere il nuovo master di Fly Emirates New Zealand, su progetto Diolaiti modificato da Strappaghetti; mentre in carbonio il nuovo Moro di Venezia su progetto Chiesa/Strappaghetti. La prima sarà la barca di punta dello stesso corstruttore (Alessandro Strappaghetti), mentre la seconda andrà a Gabriele De Luca. Secondo Alessandro è probabile che entrambe vedano l'acqua per i primi test già fra un mese e mezzo. Stay tuned su questo sito per ulteriori immagini dei futuri sviluppi.


IACC 120 su MODEL YACHTING
Model Yachting, forse la più importante rivista mondiale di modellismo, riserva nel n.156 appena uscito un bell' articolo sulla nostra classe. Siamo onorati di queste attenzioni, e speriamo di poter continuare a crescere. L'articolo è visibile nel nostro forum italiano (password: p ) e inglese.


Safalero's Cup: vince ancora Oracle
La seconda prova della Coppa Safalero (campionato zonale Emilia Romagna) è stata vinta nuovamente da BMW Oracle con skipper Gabriele Tancini. La barca americana si ancora dimostrata più in forma delle rivali, e, in una giornata caratterizzata da vento debole e di direzione molto variabile ha potuto precedere rivali del calibro di China CHN-39, con skipper Ivan Ronconi,secondo, e Mascalzone Latino ITA-17 con skipper Daniele Berardi, terzo. Tuttavia la strada per la finale Safalero è ancora lunga e a detta di molti, le possibilità di sviluppo delle altre barche ancora notevole, quindi ci aspettiamo un confronto molto serrato nelle regate che ancora ci separano dalla finale del 5 Luglio. Speriamo di vedere in acqua insieme agli altri scafi di nuovo Shosholoza RSA-09, la bellezza della barca e la bravura dello skipper (ricordiamo due volte vincitore nel 2006 e 2007) sono ormai una pietra miliare della storia della Safalero. Un arrivederci quindi a Pesaro il 6 Giugno per la terza prova e un complimento a tutti gli altri sindacati che partecipano alla coppa emiliana. La classifica della seconda regata è visionabile alla voce "Le classifiche" del menù.


Alinghi vince la IACC 120 CUP
E' stata una bellissima giornata di divertimento con un sole intenso e un vento stabile da ponente che è variato gradualmente da 2 a 8-9 nodi un paio di volte durante la giornata. La finale si è aperta con le regate preliminari in match race, in un girone all'italiana in cui ogni barca sfidante regatava contro le altre una sola volta; le regate sono state molto combattute e alla fine tutti i partecipanti avevano lo stesso punteggio, a dimostrazione dell' ottimo livello degli scafi. E' stata stilata la classifica sommando a questi punti, quelli guadagnati durante le regate di Round Robin invernali; le prime quattro barche sono passate alle semifinali:

Alinghi SUI-75 -primo-
Fly Emirates New Zealand NZL-92
Prada Luna Rossa ITA-45
Shosholosa RSA-83

Alinghi SUI-75 (barca n.2 del team Alinghi, che partecipava fra gli sfidanti) in virtù del primo posto ha potuto scegliere il proprio avversario, Shosholoza, per la prima semifinale. Purtroppo una perdita d'acqua dal tappo di scarico proprio all'arrivo della 3a regata, quando sembrava ormai spianata la strada per la finale, ha messo ko la barca svizzera e ha servito su un piatto d'argento la finale a Shosholoza. L'altra semifinale, combatuttissima, ha visto le regate più belle della giornata, tutte tiratissime, decise da errori di inesperienza di Prada Luna Rossa, e dalla bravura e dall'esperienza della barca Neozelandese, 3-1 per NZL-92 alla fine.
Ed ecco la finale della IACC Challenger Cup, che ha decretato la barca sfidante ufficiale del defender Alinghi SUI-100: partenza rocambolesca della prima regata, penalità per Shosholoza ma New Zealand non ne approfitta e finisce ingenuamente prua al vento fuori dal cancello di partenza. La barca sudafricana si invola, esegue la penalità e taglia per prima il traguardo. Nella seconda regata, Alessandro Strappaghetti, lo skipper di Fly Emirates New Zealand, sembra risentire ancora della pressione della finale e perde la partenza nuovamente:la veloce Shosholoza condotta molto bene da Alexbenny, coglie la seconda vittoria. Ormai una sola regata separa Shosholoza dalla vittoria della coppa. Ma incredibilmente, quando tutto sembra perduto, ecco che il carattere della barca Neozelandese viene fuori e Fly Emirates coglie tre vittorie consecutive. La IACC 120 Challenger Cup è sua! Vittoria meritata e inseguita tutto l'anno durante i Round Robin e oggi conquistata con regate sempre molto combattute.
Inizia ora la finalissima, al meglio delle 9 regate, fra il Defender Alinghi SUI-100, con skypper Matthias e la Fly Emirates New Zealand NZL-92. Il vento inizialmente di due nodi è man mano salito a 4-5; impressionante il ritmo di Alinghi: in queste condizioni e con una superficie velica superiore alla barca Neozelandese, si è imposta con un netto 5-0. La bellissima brocca in argento, la IACC 120 CUP, farà così bella mostra di se nella libreria di casa Matthias, fino alla prossima stagione. Un arrivederci quindi ad Ottobre, complimenti a tutte le barche che hanno animato questa manifestazione e buon vento a tutti!

Alcune foto sono visibili nel forum IACC; qua di seguito i filmati di alcune delle regate: IACC 120 Challenger Cup regata preliminare ITA-45 vs RSA-83", IACC 120 Challenger Cup semifinale ITA-45 vs NZL-92 regata 2", IACC 120 Challenger Cup Finale RSA-83 vs NZL-92 regata 2"


IACC 120 CUP e
IACC 120 Challenger Cup
Ecco la presentazione delle due coppe in argento, che andranno assegnate alla barca vincitrice della manifestazione e al miglior sfidante. Ora lasciamo che sia il vento, le barche, gli skipper ed il destino a decretare chi se le aggiudicherà!


IACC120 CUP ROMA FINALI
Domenica 10 Maggio alle ore 10, presso lo stabilimento Mediterraneo di Fiumicino, gli scafi romani si riuniranno per la finale che decreterà l'assegnazione dei due trofei in argento in palio: la IACC120 CUP Roma Challengers, assegnata alla barca sfidante migliore e la IACC120 CUP ROMA, assegnata alla vincitrice della manifestazione. Alla finale partecipano tutte le barche IACC romane anche se non hanno partecipato ai round robin invernali, quindi grande spettacolo e la possibilità per tutti di fare il colpaccio e portarsi a casa una o entrambe le belle coppe messe in palio dal Defender Alinghi. la manifestazione inizierà con un girone all'italiana in match race in cui ogni barca regaterà con tutte le altre una sola volta. Dalla classifica che ne risulterà passeranno le prime quattro in semifinali e finale che decreteranno la vincente fra gli sfidanti che accederà alla finalissima contro Alinghi, il defender. Speriamo quindi di vedere in acqua tutto il potenziale del parco imbarcazioni romano (circa una decina di scafi), per assicurarci, una bella giornata di sport, sole, mare e divertimento.



For OLDER NEWS click here






Visitatore N°:





LINKS:

LUCA71-5 Sails

TD MODEL construction, sails and accessories- Bologna

Alessandro Strappaghetti construction- ROMA

Servo Database


passaparola